pixel

Procida: rivivere una struggente storia d’amore nella casa di Graziella

casa di Graziella Procida

 

Quando si parla di cosa vedere a Procida, i posti che non mancano mai negli itinerari turistici sono Marina Grande, Terra Murata, Marina Corricella e Semmarezio. In aggiunta a questi, c’è un altro luogo ricco di fascino. Un luogo dove rivive quello che potrebbe essere considerato il personaggio simbolo di Ischia. Stiamo parlando della casa di Graziella.

  • Graziella. È la protagonista dell’omonimo quanto celebre romanzo, pubblicato per la prima volta nel 1852, dello scrittore francese Alphonse de Lamartine. Sembra che, per tratteggiare Graziella, Lamartine si fosse ispirato a una ragazza di Ischia di cui si era innamorato in gioventù. Oggi, la figura di Graziella è diventata un vero mito.
  • La casa. Si trova nel borgo di Terra Murata, al secondo piano del Palazzo della cultura (ex conservatorio delle orfane). Qui, una volta entrati, potrete visitare la ricostruzione storica di come doveva essere la casa di Graziella. Adibita a museo, è aperta da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 16:00.
  • Il museo. Quanto entrerete, vi accorgerete subito di un piccolo particolare: la casa, infatti, è molto più ricca di come doveva essere l’abitazione di una famiglia di contadini ischitana; tutto il corredo presente è datato tra il 1800 e il 1900. Nata con lo scopo di ricostruire la dimora dove abitò Graziella, oggi la casa è diventata un piccolo museo dove si tramanda la storia dell’isola, le tradizioni dei pescatori e la vicenda di una struggente storia d’amore.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/porfirio