pixel

Il Castello Aragonese: una meta imperdibile durante una vacanza a Ischia

castello-aragonese

Il Castello Aragonese è il simbolo di Ischia nel mondo, una meta imperdibile per chi visita l’isola, ricca di storia e di leggende, mistero e mitologia. La fortificazione si erge nella parte orientale dell’isola, collegato al borgo di Ischia Ponte (detto anche borgo di Celsa per i numerosi gelsi presenti) da un antico ponte in muratura lungo circa duecento metri.

 

La storia

  • Il Castello Aragonese sorge su un isolotto formatosi dopo un’eruzione vulcanica avvenuta circa 300mila anni fa.
  • Costruito nel 400 a.C., il castello ha subito varie dominazioni e trasformazioni (per esempio, durante i Borboni era utilizzato come carcere) ma è sempre stato un ottimo rifugio per gli ischitani che dovevano proteggersi dagli assalti via mare dei pirati.
  • La forma odierna è opera degli Aragonesi, una forma quadrangolare con quattro torri che vuole ricordare la struttura del Maschio Angioino di Napoli.

 

Le chiese e le cripte

Dentro il Castello Aragonese sono conservate numerose chiese, cripte e monasteri in cui poter ammirare la bellezza di un tempo passato. La chiesa dell’Immacolata è la più grande, con una cupola che domina sul castello.

Davanti si trova il convento delle Clarisse, suore di clausura, che erano solite andare a pregare nella cripta sottostante dove venivano posti i corpi delle sorelle decedute, adagiati su particolari troni in pietra. Impossibile non salire sulla terrazza antistante, da dove si gode di un panorama da cartolina sul caratteristico borgo di Ischia Ponte.

 

Il panorama

È possibile raggiungere la rocca del Castello Aragonese percorrendo un passaggio sotterraneo voluto dal re Alfonso V d’Aragona e scavato nel 1400 quasi interamente a mano. Vale assolutamente la pena salire fin sopra il Terrazzo degli ulivi, dal quale il panorama non conosce rivali: una vista completa che spazia da Gaeta fino a Capri per poi incontrare il mare a perdita d’occhio.

Una visita a Ischia e al suo castello è un’esperienza da non perdere. Raggiungere l’isola con i traghetti è facile e veloce.