pixel

Faro di punta Carena: tra spiagge e panorami, tutto il bello del mare di Capri

faro di punta Carena Capri

 

Quanti sono i posti che andrebbero visti durante una vacanza a Capri? Tanti, ve lo possiamo assicurare. Perché quest’isola ha molto da offrire tra spiagge, giardini, centri abitati e panorami. Se avete già stilato l’itinerario, c’è un altro posto che dovreste aggiungere: il faro di Punta Carena.

 

Il faro

Può vantare diversi record: è tra i fari più grandi d’Italia e tra i più antichi, visto che è attivo dal 1867. Costituito da una torre ottagonale posta sopra un edificio di due piani (come potete vedere nella foto), sorge all’estremità sudoccidentale dell’isola di Capri, sulla penisola del Limmo.

Dietro al faro c’è il dirupo della Migliera che dà il nome al sentiero della Migliera, un percorso tra mare, antichi boschi e scogliere bianche.

 

Come arrivare

Anacapri è il punto di partenza per arrivare al faro di punta Carena. Da qui, avete due possiiblità:

  • prendere uno degli autobus che partono dal capolinea di Anacapri;
  • concedervi una non troppo impegnativa passeggiata di circa quaranta minuti.

 

Perché visitarlo

Ci sono almeno due buoni motivi per raggiungere il faro di punta Carena.

  1. Capri sa essere molto romantica: una destinazione perfetta per un viaggio in compagnia della propria dolce metà. Una vacanza del genere non può prescindere dal condividere un tramonto sul mare. Ecco, quando il sole comincia a calare dietro l’orizzonte, ammirerete un panorama unico. Nella zona ci sono diversi locali e ristoranti che in estate restano aperti di sera, per una piacevole cenetta in riva al mare.
  2. L’omonima spiaggia libera di punta Carena, in pratica ogni anno, riceve la prestigiosa Bandiera blu. Qui il mare è sempre molto pulito e il sole splende durante tutta la giornata. C’è davvero bisogno di qualche altro motivo?

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/pfischermx