pixel

Il promontorio di Sant’Angelo: una delle più belle immersioni a Ischia

immersioni a Ischia: Sant’Angelo

 

Il mare che circonda l’isola di Ischia è bello tanto in superficie quanto in profondità. E visto che siete degli appassionati di diving, è soprattutto il secondo aspetto che vi interessa. Se avete bisogno di una buona scusa per indossare muta e maschera, quella del promontorio di Sant’Angelo è una delle immersioni più belle da fare a Ischia.

 

Come arrivare

Sant’Angelo di Ischia è un antico borgo di pescatori che fa parte del comune di Serrara Fontana e si trova lungo la costa meridionale dell’isola. Raggiungere tale borgo in auto partendo dal comune di Ischia è semplicissimo: basta una quarantina di minuti guidando lungo la strada provinciale 70.

Una volta arrivati lì, vedrete un suggestivo promontorio che sorge dal mare, unito alla terraferma da un sottilissimo istmo che parte dalla spiaggia dei Maronti (dove, tra l’altro, si trova una delle fumarole di Ischia). L’immersione si svolge proprio lungo la parete del promontorio.

 

I punti più belli dell’immersione

  • Scendendo, si nota che la parete è ricoperta da un’autentica foresta di gorgonie rosse e gialle. Lo spettacolo è ulteriormente arricchito dalla presenza di spirografi, spugne, nudibranchi.
  • Tra i venti e i trenta metri di profondità, lungo la punta meridionale del promontorio, lo scenario cambia ancora: grandi rami di gorgonie gialle e rosse si mescolano formando un intricato spettacolo di colori.
  • Tra i quaranta e i 45 metri, nella parete del promontorio di aprono delle spaccature di dimensioni variabili. Qui, il corallo rosso si trova in abbondanza.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/andrewfarquhar