pixel

Anacapri, 13 giugno: la tradizione della processione di Sant’Antonio

processione di Sant’Antonio Anacapri

 

Capri non è “solo” (le virgolette sono d’obbligo) un’isola stupenda da vedere. È anche un posto dove, ancora oggi, diverse e suggestive tradizioni sono molto sentite dagli abitanti. Proprio come la processione di Sant’Antonio ad Anacapri, che si tiene il 13 giugno di ogni anno.

 

La processione

Si comincia una settimana prima. Quando la chiesa di Santa Sofia ad Anacapri, che potete vedere nella foto, e il centro storico di questo pittoresco centro abitato sono abbelliti da drappi e luci colorate.

Poi, si arriva al 13 giugno. La processione porta la statua di Sant’Antonio per le strade e le piazze di Anacapri. Al suo passaggio, gli abitanti lanciano petali di rosa e fiori di ginestra dai balconi.

Come in molte delle ricorrenze religiose più caratteristiche, al sacro si affianca il profano: nel giorno della festa di Sant’Antonio, per le strade di Anacapri saranno allestite bancarelle colorate e stand dove poter assaggiare i piatti tipici dell’isola.

 

Anacapri

Si tratta del secondo comune dell’isola. E durante una vacanza ad Anacapri, avrete la possibilità, anche in un solo giorno (organizzando bene il tempo a disposizione), di vedere alcuni dei posti più belli dell’intera isola. Ovvero:

  • Monte Solaro;
  • Villa San Michele;
  • Grotta azzurra;
  • Parco Filosofico.

 

Come arrivare

Non c’è niente di più semplice: basta soltanto prendere uno dei tanti traghetti per Capri che partono da alcuni dei principali porti della Campania, come Napoli, Salerno e Castellammare.

Una volta giunti nel comune di Capri, potete arrivare ad Anacapri servendovi dell’efficiente sistema di autobus.

 

Fonte immagine: Di Alondritz – Alondritz, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2596449