pixel

Procida a settembre: ecco cosa vedere in questa graziosa isola

Procida a settembre

Forse non vanta la stessa popolarità delle isole gemelle del Golfo di Napoli, come Capri e Ischia, ma proprio per questa ragione la piccola e graziosa Procida diventa la meta ideale per una vacanza all’insegna del relax. Ancora di più se state organizzando un soggiorno a settembre, mese perfetto per un viaggio in cui benessere, tranquillità e attrattive paesaggistiche la faranno da padroni.

 

Procida: una piccola isola ricca di fascino

Isola vulcanica posizionata all’ingresso del Golfo di Napoli. Di piccole dimensioni: meno di 4 chilometri. Appartiene al gruppo delle isole Flegree e presenta una forma irregolare, con coste frastagliate. Se volessimo attribuire una personalità all’isola di Procida potremmo definirla intima e riservata. Proprio grazie a questa sua lontananza dalla mondanità e dal clamore, riesce a conquistare i visitatori di tutto il mondo che la percepiscono sempre ricca di un fascino particolare.

Procida, ancor di più a settembre, vi darà l’opportunità di scoprire le bellezze naturalistiche di questa splendida isola e assaporare tutto il gusto delle tradizioni di un posto in cui, il ritmo lento, vi farà riconciliare con l’aspetto sano della vita. Casette coloratissime, agrumi dal profumo intenso e pescatori al lavoro in mare, completano l’immagine che avrete di Procida al vostro arrivo.

 

Cosa vedere

Un luogo fuori dal tempo in cui natura, storia, tradizioni e cultura si combinano alla perfezione. Potreste inaugurare il vostro giro a Procida, partendo da Marina Grande che ospita il porto principale dell’isola e vanta il pittoresco borgo con le tipiche abitazioni coloratissime procidane e  vicoletti davvero caratteristici. Non perdetevi poi la vista dal promontorio di Terra Murata che si trova nella parte più alta dell’isola.

Dalla parte opposta, a Chiaiolella troverete un borgo di pescatori davvero suggestivo, dove gustare piatti tipici a base di pesce. E infine una curiosità: Vivara, quest’isolotto anch’esso di origine vulcanica, collegato a Procida, è una perla preziosa del Mediterraneo, una riserva naturale protetta di una bellezza insospettabile. Ma purtroppo non è visitabile.

 

Come arrivare

Per raggiungere l’isola di Procida dovete imbarcarvi su uno dei tanti traghetti in partenza dal porto di Napoli oppure prendere un aliscafo dal Molo Beverello. La traversata durerà un’ora circa e sarà di sicuro piacevole dal momento che vi garantirà la vista di panorami suggestivi.

 

Fonte immagine: Wikipedia.org