pixel

Capri: le tappe più importanti della storia dell’isola delle sirene

la storia di Capri

 

La bella Capri può vantare una storia antica. Una storia che comincia nel mito e prosegue tutt’oggi. E che ne fa, a pieno titolo, una delle isole più indimenticabili che si possano visitare.

 

Le origini: tra mito e storia

La leggenda narra che l’isola sia stata abitata dalle Sirene.

Al di là di questo particolare suggestivo, i ritrovamenti testimoniano che l’isola è abitata da milioni di anni, fin dalla Preistoria, e che era unita alla Penisola Sorrentina. Più di duemila anni fa, durante gli scavi per la costruzione delle ville imperiali Romane, furono ritrovati tra l’altro resti di mammut, ippopotami, orsi, oltre a utensili e armi per la caccia.

 

L’epoca romana

A differenza delle consorelle Ischia e Procida, colonie greche (anche se la Scala Fenicia fu costruita proprio dai Greci), l’isola Capri fu soprattutto la meta prediletta dai Romani. Come dimostrano alcuni illustri rappresentati di questa cultura.

  • Attratto dalla protezione naturale offerta dal territorio, l’imperatore Ottaviano vi si stabilì nel 29 a. C.
  • Dopo di lui, per oltre dieci anni, Tiberio lasciò Roma e scelse la sua villa caprese per gestire le sorti dell’Impero Romano.

Oggi tra le testimonianze Romane a Capri ci sono una serie di ville, muri e i resti del Porto a Marina Grande.

 

Il Medioevo

Durante il Medioevo, come Ischia e Procida, Capri fu presa d’assalto dai pirati Saraceni, costringendo gli abitanti a rifugiarsi nelle grotte. Un episodio particolarmente cruento avvenne nel 1535, quando il pirata ottomano Barbarossa incendiò il Castello che oggi ha il suo nome.

 

L’epoca moderna e i Borboni

La sua posizione strategica, tra i golfi di Napoli e Salerno, la rendeva determinante per il controllo del Sud Italia: perciò le lotte per il dominio continuarono, coinvolgendo l’isola in dure battaglie tra Francesi e Inglesi.

Fino al 1860, Capri faceva parte del Regno di Napoli: furono i Borboni a ridare splendore all’isola. Nel 1815, Ferdinando I, re delle Due Sicilie, inaugurò la stagione mondana di Capri, che si sviluppò ulteriormente con l’inaugurazione alla fine dell’Ottocento del Grand Hotel Quisisana.

 

Nel Novecento

Da quel periodo in poi, Capri divenne famosa in tutto il mondo e ospitò personaggi illustri e letterati, attratti dal paesaggio e dalla quiete. Giusto a titolo di esempio:

  • Vladimir Lenin;
  • Marguerite Yourcenar;
  • Pablo Neruda.

Da allora Capri è l’isola di pittori, scultori, poeti, e vive di un turismo raffinato e colto.

 

Fonte immagine: Di Berthold Werner, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=30833633