Una passeggiata al Parco Astarita di Capri

Si trova sul Monte di Tiberio a poca distanza da Villa Jovis: è il Parco Astarita, un giardino grande e paradisiaco in cui ammirare le meraviglie della macchia mediterranea e gli scorci panoramici più belli di Capri. Fu realizzato dal collezionista e banchiere Mario Astarita, ma oggi non è più proprietà privata ed è visitabile liberamente tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10.00 alle 14.00. Scoprite la storia e le curiosità di questa attrazione amatissima dagli abitanti di Capri e preparate un itinerario che vi conceda una passeggiata di relax fra profumi e colori stupendi. Per raggiungere la splendida isola di Capri, nel Golfo di Napoli utilizzate il nostro sistema di prenotazione online di traghetti e valutate le tariffe più convenienti.

 

Una passeggiata al Parco Astarita di Capri:

 

La bellezza e la storia del Parco Astarita

Voglia di relax e natura per le tue vacanze? Organizzate un’escursione al Parco Astarita, una passeggiata rigenerante sotto gradevoli pinete e lungo i tanti belvedere che offriranno la possibilità di riposarsi al fresco vento del mediterraneo. Circa 150.000 metri quadrati in cui verdeggianti di mirto, erica e rosmarino si alternano ai panorami straordinari sul Golfo di Napoli, Salerno e Sorrento, attraversati dall’elegante volo dei gabbiani. Capiamo bene, dunque, perché l’ imperatore romano Tiberio scelse proprio Villa Jovis per prendere dimora. E soprattutto, perché il banchiere Mario Astarita si innamorò così tanto di Capri da acquistare i terreni nei dintorni dell’antica residenza romana per creare questi sentieri immersi nella bellezza mediterranea.
La realizzazione del Parco Astarita avvenne negli anni ’50 e qui venne costruita anche Villa La Falconetta, dimora privata frequentata da artisti e intellettuali come Sibilla Aleramo, Roger Peyrefitte e tanti altri importanti personaggi del Novecento. La residenza custodiva moltissime opere d’arte donate poi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

 

I percorsi del Parco

Si accede al parco da un cancello in ferro battuto, e quello che vi troverete davanti sarà un giardino a più livelli collegati con delle salite che sicuramente ripagheranno con gli scorci più belli di Capri. State tranquilli, saranno molto brevi, come quella nei pressi della Chiesetta di San Michele alla Croce che merita una visita. Un’altra si trova una volta superata la contrada la Pietra, un percorso che vi ad una una targa in marmo dedicata alla Bella Carmelina, il personaggio di una leggenda nota a Capri: fu una ballerina che allietava i viaggiatori con i racconti dell’imperatore Tiberio, rievocandone misteriosamente lo spirito. Proseguendo per via Tiberio finirete per scorgere le terrazze del Parco, meravigliosamente curate dagli abitanti della zona e dall’associazione Associazione Capri è anche Mia, per aprire il cuore ad un panorama indimenticabile sul mare.
Durante la visita potreste fare incontri particolari: delle simpatiche caprette che passeggiano indisturbate lungo i sentieri del parco. Diffusissime per tutta l’isola, fanno parte ovviamente della bellezza dei giardini.

Photo Credits
Foto di Mister No da Wikimedia

Articoli correlati

20 Febbraio 2024

Posti da visitare

Itinerario per visitare la costiera amalfitana in un solo weekend

19 Settembre 2023

Posti da visitare

Cosa vedere ai Campi Flegrei: i luoghi imperdibili

5 Luglio 2023

Posti da visitare

La storia della fonte del Gurgitello e delle Terme Belliazzi, ad Ischia

Prenota su TraghettiPer e viaggia in traghetto al miglior prezzo

Metodi di pagamento
Certificazioni