Come organizzare un viaggio economico a Capri

L’isola di Capri è uno dei gioielli più amati del golfo di Napoli, una meta chic che offre tanto divertimento quanto la possibilità di rilassarsi sulle spiagge più belle d’Italia. Per le sue mille attrazioni e per il fatto che in alta stagione è la meta prediletta di tantissimi turisti, potrebbe non essere la prima scelta di chi vuole risparmiare sia sul viaggio sia sulla vacanza in sé per sé. Capri, in effetti, potrebbe non essere una meta low-cost a primo impatto, ma in questo articolo vogliamo provare a smentire questo luogo comune: è possibile organizzare una vacanza economica a Capri senza privarsi di nessuna esperienza. Ecco cosa scegliere e quali accortezze adottare per godersi l’isola senza alleggerire troppo il portafoglio.

Come organizzare un viaggio economico a Capri:

 

Come andare a Capri spendendo poco

Una vacanza economica deve necessariamente iniziare dalla prenotazione del traghetto verso l’isola di Capri. E già da qui è necessario organizzarsi per risparmiare sul costo del biglietto.
Affidarsi ad un comparatore online di traghetti come TraghettiPer è il modo migliore per comparare le soluzioni più convenienti sui traghetti che raggiungono il porto di Capri: inserendo i dati di viaggio sarà più semplice trovare il biglietto più economico e approfittare di eventuali offerte attive. C’è da tenere in considerazione il fatto che più ci si avvicina all’alta stagione, più i prezzi dei biglietti aumenteranno. Generalmente, gli aliscafi messi a disposizione dalle compagnie di navigazione NLG, SNAV, Positano Jet, Caremar, Alilauro, Alicost e Alilauro Gruson sono mezzi molto veloci, ma anche i più cari. Inoltre, in estate non è possibile imbarcare la propria auto e quindi bisogna tenere in considerazione le spese per eventuali spostamenti sull’isola, se si decide di partire con i primi caldi. I traghetti partono tutto l’anno dal porto di Napoli Beverello e Sorrento, ma nei mesi estivi vengono integrate corse che partono dai porti di Ischia, Amalfi, Positano e Salerno.

Muoversi e soggiornare a Capri spendendo il meno possibile

Se si decide di non portare la propria auto (perché non si può o perché non si vuole) è possibile spostarsi sull’isola con taxi, noleggiando uno scooter oppure con i mezzi pubblici.
Il Taxi non è la soluzione più conveniente tra le tre proposte, ma è ideale se si viaggia in gruppo, perché può portare anche 6/7 persone per volta. Inoltre, può essere una prima scelta valida perché esistono alcune tratte predeterminate a costo fisso: dal porto al centro di Capri il prezzo si aggira sui 20€, oppure da Marina Grande ad Anacapri si potrebbe spendere sui 30€.
Noleggiare uno scooter appena giunti a Marina Grande, il porto di Capri, è un buon compromesso fra velocità e libertà di movimento. Il noleggio è personalizzabile a seconda dell’esigenza: si va da qualche ora all’intera giornata, con pacchetti variabili più o meno convenienti e accessori inclusi, compresa la benzina. Per una giornata e per due persone, ad esempio, si potrebbe spendere sui 40 euro. Scegliere questa soluzione, però, è consigliabile per chi è molto pratico nel guidare un mezzo così piccolo attraverso le strette e tortuose vie di Capri, tra salite e discese che potrebbero essere trafficate.
Per risparmiare il più possibile è consigliato il viaggio in autobus. Esistono linee che collegano i punti principali dell’isola, con biglietti acquistabili in biglietteria o direttamente a bordo. Non si spenderà in ogni caso, più di 2.50€ a biglietto.

Per soggiornare a Capri senza spendere troppo, il primo consiglio è scegliere un B&b evitando l’alta stagione e optando per quelli situati nella zona di Anacapri, la parte più alta dell’isola, ma distante dalla più mondana Capri a soli 3 km.

Spiagge libere a Capri

Sono poche le spiagge di Capri che non sono attrezzate o gestite da stabilimenti privati, il cui ingresso ha un costo sui 25€ circa.
Una volta approdati al porto di Capri è possibile accedere alla spiaggia di Marina Grande lì vicina, sempre pulita e dal mare limpido. È anche quella più frequentata dai turisti proprio perché molto comoda da raggiungere, perfetta per i bambini e, ovviamente, gratuita.
In alternativa esistono due spiaggette libere a Marina Piccola, che si trovano ai lati dello Scoglio delle Sirene, ma anche questa è abbastanza affollata in alta stagione. Ci si può arrivare dal centro di Capri a piedi o prendendo un autobus. Si può godere della splendida vista sui Faraglioni ed è una spiaggia ideale anche per far giocare i bambini.

Risparmiare su una giornata di relax senza incontrare necessariamente la folla di turisti, però, è possibile, ammesso che si ami scoprire punti un po’ più aspri e selvaggi ma dai panorami davvero meravigliosi. Sull’estrema punta occidentale dell’isola si trova il Faro di Punta Carena, circondato da insenature e scogli su cui poggiare gli asciugamani. Oppure, partendo dalla Chiesa di San Costanzo a Marina Grande o in barchetta Bagni di Tiberio (che sono a pagamento), si può raggiungere la piccola spiaggetta di Palazzo a Mare, un piccolo paradiso circondato dalle scogliere.

Attività low-cost sull’isola di Capri

Ci sono molte attività da fare a Capri su cui è possibile risparmiare un po’, specie se si viaggia in bassa-media stagione. Innanzitutto, non si può rinunciare a vivere l’atmosfera suggestiva dei borghi dell’isola, con le loro casette colorate e le stradine deliziosi: un caffè in Piazzetta, o la discesa tra Anacapri e Capri, o ancora godersi l’autenticità di Marina Piccola sono piccole esperienze che è bene concedersi.

Sono disponibili tour in barca lungo l’isola, che spesso prevedono dei pacchetti dal costo variabile. Noi consigliamo una visita alla Grotta Azzurra, il cui accesso costa sui 18 euro.
Gli amanti della natura possono concedersi qualche ora di relax ammirando il Parco filosofico della Migliera, un percorso naturalistico circondato dal verde e intervallato dalle caratteristiche mattonelle su cui sono incisi aforismi appartenenti ai grandi pensatori della filosofia occidentale.
Capri, inoltre, è molto nota per la Via Krupp, un percorso “a serpentone” che dai Giardini di Augusto e dal centro di Capri scende sul fianco dell’altura verso Marina Piccola. Il panorama è straordinario, ed è uno dei tanti che si può ammirare dai sentieri sparsi per l’isola.

 

Photo Credits
Foto di gerenme da Canva

Articoli correlati

16 Maggio 2024

News e Info

Animali a bordo dei traghetti per Ischia: una guida

2 Maggio 2024

News e Info

In traghetto a Ischia: tutte le informazioni utili per il tuo viaggio

4 Marzo 2024

News e Info

Golfo di Napoli: come muoversi comodamente tra Procida, Capri e Ischia

Confronta online orari e prezzi dei traghetti e degli aliscafi per le Isole e la costiera del Golfo di Napoli

Metodi di pagamento
Certificazioni