Lamont Young, l’architetto che sognava una Napoli del futuro

 

Architetto napoletano di origine britannica, Lamont Young si è affermato con uno stile unico. Molti dei suoi progetti non sono mai stati effettivamente realizzati, ma ci meravigliano ancora oggi per la loro incredibile modernità. Lamont Young sognava una Napoli del futuro, proiettata sul mare, servita da mezzi di trasporto avveniristici, ricca di verde e meta del turismo d’élite mondiale.

 

Lamont Young, l’architetto che sognava una Napoli del futuro:

 

Lamont Young: l’architetto anglo-partenopeo

Lamont Young nasce il 12 marzo del 1851 a Napoli. È figlio di Giacomo Enrico Young, un possidente britannico che aveva lasciato l’India per trasferirsi a Napoli. Sua madre è Elisabetta Swinhoe, una cittadina britannica nata a Calcutta. Lamont Young non avrà mai la cittadinanza italiana, ma tutti lo riconosceranno come napoletano. Esclusi brevi soggiorni di studio in Svizzera e in Gran Bretagna, Lamont Young passerà buona parte della sua vita a Napoli. Sarà proprio la città partenopea a ispirarlo più di qualsiasi altro luogo al mondo.

 

Lamont Young e il sogno di una Napoli del futuro

A soli 23 anni, nel 1874, Lamont Young partecipa a bando del Comune di Napoli, presentando il primo progetto di una linea metropolitana per la città. Il progetto all’epoca era di grandissima avanguardia. Il giovane architetto aveva già compreso che bisognava ripensare in modo radicale la viabilità napoletana. Non solo, aveva anche previsto un grande piano di sviluppo del quartiere di Bagnoli. Questa località sarebbe dovuta diventare meta turistica d’avanguardia, con tanto di raffinate strutture ricettive e di ampi spazi verdi. Uno dei suoi progetti più coraggiosi e bizzarri è quello della creazione di un nuovo quartiere, il Rione Venezia. In modo molto simile alla città veneta, questo quartiere sarebbe dovuto nascere dall’unione di una serie di isolotti artificiali, in diretto collegamento via mare con Posillipo. Su questi isolotti sarebbero apparse eleganti villette neogotiche, alternate a canali navigabili. L’architetto aveva grandi progetti per l’isola di Vivara, raggiungibile attraverso il collegamento con l’Isola di Procida. Qui ha realizzato la nota “Casa girevole”.

Tra le sue opere possiamo annoverare anche Villa Curcio, la Palazzina Grifeo, l’Hotel Bertolini, lo Chalet svizzero, Castello Aselmayer, e molte altre ancora. Nel 1922 ha costruito Villa Ebe, edificio noto anche come Castello di Pizzofalcone. La palazzina neogotica si trova sul fianco occidentale del Monte Echia. Era dedicata a Ebe Young, la moglie dell’architetto, che vi abitò fino al 1970. Nel 2000 l’edificio è stato pesantemente danneggiato da un incendio doloso. Attualmente Villa Ebe versa in un pensante stato di abbandono, sebbene siano stati avanzati vari progetti per recuperarla e per valorizzare l’eredità dell’originalissimo architetto anglo-partneopeo.

 

La figura di un architetto che continua a incuriosire

Lamont Young è stato anche un appassionato inventore, che ha depositato numerosi brevetti. La sua passione per i motori lo ha portato a fondare l’Automobile Club di Napoli, che aveva sede proprio a casa sua. Young è morto a Villa Ebe, nel 1929. La sua morte è avvolta dal mistero. Pare infatti che l’architetto si sia improvvisamente suicidato, senza lasciare alcuna spiegazione in merito al suo gesto.

Nel 2021 è stata lanciata una raccolta di fondi per produrre un documentario sulla vita di Young, intitolato “Il Sogno di Lamont Young”. Prodotto e diretto dal regista Francesco Carignani, il documentario racconta la vita e le opere dell’architetto, raccogliendo anche diverse testimonianze inedite su questo personaggio e sul suo lavoro. La pellicola è stata presentata nel 2022 all’Istituto francese di Napoli, che ha sede proprio a Palazzo Grenoble, opera di Young. L’architetto anglo-napoletano continua a incuriosire e ad affascinare.

 

Photo Credits:
Foto di Armando Mancini per Wikimedia

Articoli correlati

22 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Le carte napoletane, un gioco di antica tradizione

15 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Napoli e il mito di Maradona, el pibe de oro

8 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Alla scoperta della Napoli filosofica di Giambattista Vico

Prenota su TraghettiPer e viaggia in traghetto al miglior prezzo

Metodi di pagamento
Certificazioni