Quando Capri era la meta più amata delle vacanze di Jacqueline Kennedy Onassis

Capri è da sempre uno dei luoghi di vacanza più amati dal jet set internazionale. L’Isola campana è stato approdo di nobili, di imprenditori, di ereditieri, di politici e di stelle del cinema (scopri come raggiungere l’isola a bordo di uno dei traghetti per il Golfo di Napoli). Tra i nomi più noti legati a Capri uno è sicuramente quello di Jackie Kennedy Onassis. L’allora first-lady amava molto il Golfo di Napoli e vi passava lunghi periodi di villeggiatura, tanto da diventare una vera e propria ambasciatrice dello “stile Capri” nel mondo.

Quando Capri era la meta più amata delle vacanze di Jacqueline Kennedy Onassis:

 

Le vacanze dei Kennedy

Jackie Kennedy Onassis era considerata un’icona di stile allora come oggi. Moglie del presidente John Fitgerald Kennedy prima e dell’armatore Aristotele Onassis poi, Jacqueline Lee Bouvier (questo il suo nome da nubile) si è distinta da sempre per la sua ricercatezza, per la sua immagine impeccabile, per la sua capacità di lanciare nuove tendenze a livello globale. Perennemente inseguita da uno sciame di giornalisti e di paparazzi, le immagini delle sue vacanze facevano puntualmente il giro del mondo.

Solitamente la famiglia Kennedy trascorreva la villeggiatura nelle sue tenute di Hyannis Port e di Cape Cod. In alternativa, la loro meta preferita era l’Italia, in particolare la Costiera Amalfitana. Jackie Kennedy e i suoi figli passavano l’estate tra Ravello, Capri e Amalfi, accompagnati dai parenti del “clan” Kennedy e da VIP di fama internazionale.

 

L’amore incondizionato di Jackie Kennedy per Capri

Jackie Kennedy amava passeggiare per le viuzze di Capri da sola, senza bodyguard. Si muoveva con libertà in mezzo alla gente comune, si dedicava allo shopping nei mercatini e nelle piccole botteghe artigiane locali. Camminava scalza, o con i sandali ai piedi, scambiava qualche parola con i passanti e trascorreva il tempo in Piazzetta. Qui beveva un caffè con la panna, oppure un aperitivo. Si fermava ai chioschi in strada per bere spremute di limone, entrava nelle trattorie. Si dice che apprezzasse molto l’insalata caprese. Per Jackie Kennedy Capri era il luogo perfetto per godere di una libertà solitamente impossibile. La moglie del Presidente degli Stati Uniti nel suo paese doveva seguire un’etichetta ferrea. A Capri respirava invece un’aria decisamente più rilassata. Jackie Kennedy resterà sempre molto affezionata al luogo, tanto da tornarvi pure dopo l’assassinio del marito, anche in compagnia di Aristotele Onassis. Sulla parete del ristorante la Capannina è appesa ancora oggi una foto che la ritrae sorridente al tavolo accanto all’armatore greco, in compagnia di Giuseppe Scarola, noto chitarrista caprese.

 

Lo stile Caprese di Jackie’O

Jackie Kennedy passava molto tempo tra botteghe e sartorie locali. In una delle sue prime visite a Capri ha conosciuto la stilista Adriana Di Fiore Settanni, che ha disegnato per lei i celebri pantaloni bianchi a sigaretta risvoltati alle caviglie rinominati proprio “Capri. Jackie Kennedy li abbinava con t-shirt dal taglio molto semplice, aggiungendo colorati foulard come copricapo e grandi occhiali da sole.
La first-lady amava indossare i celebri sandali capresi, noti anche come sandali di Tiberio (leggenda vuole che sia stato l’imperatore a importarli sull’Isola). Questi erano calzature in cuoio molto essenziali, realizzate rigorosamente a mano da sapienti artigiani locali.

Gli outfit capresi di Jackie Kennedy erano rilassati, informali, ma sempre impeccabili. Erano audaci per l’epoca, ma inappuntabili. Lo stile Capri di Jackie’O ha fatto scuola, tanto che ancora oggi sono molte le star che in vacanza sulla Costiera Amalfitana cercano di replicarlo, così estivo, essenziale ma ricercato allo stesso tempo.
 
Photo Credits:
Foto di manhhai per flickr

Articoli correlati

22 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Le carte napoletane, un gioco di antica tradizione

15 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Napoli e il mito di Maradona, el pibe de oro

8 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Alla scoperta della Napoli filosofica di Giambattista Vico

Prenota su TraghettiPer e viaggia in traghetto al miglior prezzo

Metodi di pagamento
Certificazioni