La Zingara ischitana: non un panino ma una vera istituzione gastronomica di Ischia

Gli abitanti di Ischia sono molto gelosi e orgogliosi della Zingara, non un semplice panino gourmet ma una vera simbolo della movida notturna sull’isola. Oggi scopriamo qualcosa di più su una vera e propria istituzione culinaria tutta ischitana che tutti prima o poi devono provare durante una vacanza sull’isola, magari con il mare a fare da sfondo.

 
Una vera istituzione gastronomica dell’isola:

 

Un pasto veloce, semplice e gustoso

La Zingara è fatta volutamente da ingredienti semplici che accostati assieme rendono anche il pasto più veloce più buono, genuino e gustoso. Due grosse fette di “pane cafone” rigorosamente sfornato dallo storico Forno Boccia fatte abbrustolire sulla piastra, un pomodoro rosso maturo al punto giusto e tagliato a fette, dell’ottimo prosciutto crudo dolce, mozzarella, qualche foglia di lattuga (introdotta solo successivamente infatti originariamente nella ricetta non era presente), un filo d’olio di oliva e un velo sottile di maionese per legare tra loro i singoli ingredienti.

A dimostrazione che spesso le cose più semplici sono quelle migliori che incontrano i gusti di tutti, anche dei palati più esigenti e per questo intramontabili nel tempo. Da solo questo spuntino vale il viaggio sull’isola (scopri tutti i traghetti per le isole del Golfo di Napoli alle migliori tariffe del momento)!

 

Storia della Zingara ischitana

La ricetta della Zingara nasce nel lontano 1977 dalla creatività di Aniello Massa (conosciuto con il diminutivo di Nello) che allora era il giovane proprietario del Pub “La Virgola” in località Ponte a Ischia, aperto assieme alla compagna Giovanna Molino, di ritorno da un viaggio a Londra come molti altri ragazzi italiani prima di lui alla ricerca di un’esperienza di vita all’estero. Il soggiorno nella capitale inglese ha rafforzato in lui il desiderio di aprire un locale tutto suo dove offrire ai clienti solo prodotti semplici ma di qualità. Per il pane, il famoso crostone cafone alla base della Zingara Nello si riforniva dal vicino panificio Bocci, stringendo nel tempo una vera e propria collaborazione che ha dato vita a un’eccellenza nel panorama culinario di Ischia e che si aggiunge al già nutrito elenco delle prelibatezze da gustare almeno una volta sull’isola.

 

Dove mangiare la Zingara a Ischia

Dopo il successo ottenuto dal Pub La Virgola, la ricetta della Zingara si è diffusa successivamente su tutta l’isola e non solo. Oggi è possibile trovarla in qualsiasi bar o pub di Ischia nel pieno rispetto della ricetta originale (senza lattuga) e non, in molti però chiedono suggerimenti su dove mangiare la più buona Zingara dell’isola per questo ci sentiamo di suggerirvi ovviamente il Pub La Virgola in via Gian Battista Vico, 13 dove tutto ha avuto inizio.

 

Photo Credits:

Foto di Abxbay da Wikimedia Commons

Articoli correlati

22 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Le carte napoletane, un gioco di antica tradizione

15 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Napoli e il mito di Maradona, el pibe de oro

8 Giugno 2023

Curiosità e Tipicità

Alla scoperta della Napoli filosofica di Giambattista Vico

Prenota su TraghettiPer e viaggia in traghetto al miglior prezzo

Metodi di pagamento
Certificazioni