Il porto di Sorrento: partenze traghetti

Il porto di Sorrento

Il porto di Sorrento, Marina Piccola, è un borgo marinaro piccolo e caratteristico che si trova a pochi passi dal centro storico. Da qui partono gli aliscafi per Napoli, Castellamare di Stabia, Amalfi e Positano e per Capri e Ischia. I collegamenti con Capri e Napoli sono attivi tutti i giorni dell’anno grazie alla compagnie Alilauro, NLG e Caremar, mentre quelli per Ischia, Castellamare, Amalfi e Positano sono attivi in estate con gli aliscafi Alilauro e NLG. Il porto di Sorrento si raggiunge con facilità in auto e in treno e la cittadina è ben collegata con Pompei ed Ercolano e con le mete più belle della Costiera.

 

Sorrento, la terrazza naturale sul blu del Golfo di Napoli

Sorrento si trova a circa 46 km da Napoli, sulla Penisola Sorrentina a cui dà il nome, e da sempre è una delle mete turistiche più rinomate d’Italia. Si tratta di una cittadina curata e ricca di storia, affacciata sul mare tra Capri e il Vesuvio e inserita in un territorio punteggiato da bellezza e tradizione. Poco distanti si trovano infatti Amalfi, Ravello, Positano, le aree archeologiche di Pompei ed Ercolano e le Isole del Golfo di Napoli, collegate con il porto di Sorrento tramite aliscafo. Il centro di Sorrento è raccolto e piacevole da visitare: si può ancora notare l’impianto stradale di origine Romana e tutta la cittadina si affaccia sul mare da un terrazzo naturale alto 46 metri, in un susseguirsi di verde e viuzze in cui assaporare il fascino mediterraneo del suo artigianato di legno, le boutique e le specialità tipiche, come il Limoncello e la Delizia al Limone.

 

Che cosa visitare a Sorrento

Abitata già dagli Etruschi, Sorrento è stata un importante centro greco e romano. Come tutte le località del Golfo di Napoli è stata poi saccheggiata dai Saraceni e poi assorbita dai Normanni. Le sue vicende storiche sono documentate nel Museo Correale di Terranova, che ospita tra l’altro reperti greci e romani e pittura e arti decorative napoletane dal XVI al XVIII secolo. Con una passeggiata in centro, poco lontano dal porto, si possono ammirare il Duomo, in stile Neogotico, e la statua di Torquato Tasso sull’omonima piazza. Da non perdere inoltre il Presepe Napoletano settecentesco conservato nella Basilica di S. Antonino, patrono della città, e una visita al Museo della Tarsia Lignea.